Air Liquide completa la prima fase di costruzione dei suoi elettrolizzatori a idrogeno a basse emissioni di carbonio ed elevata purezza a Taiwan

Air Liquide completa la prima fase di costruzione dei suoi elettrolizzatori a idrogeno a basse emissioni di carbonio ed elevata purezza a Taiwan
 

Comunicato stampa | 19/03/2021

Air Liquide ha portato a termine la prima fase della costruzione delle sue unità di produzione di idrogeno mediante elettrolisi con una capacità prevista di 25 MW nel parco scientifico di Tainan. Le unità forniranno idrogeno ad altissima purezza all’industria dei semiconduttori e potranno, al contempo, contribuire all’affermazione dell’energia a idrogeno a Taiwan. Questo progetto è in linea con gli Obiettivi Climatici del Gruppo, che includono lo sviluppo di applicazioni ed ecosistemi a idrogeno per l’industria e altri settori. 

Air Liquide, tramite la propria Joint Venture Air Liquide Far Eastern (ALFE), di cui detiene la maggioranza, ha terminato la prima fase di installazione degli elettrolizzatori a idrogeno che il Gruppo sta costruendo all’interno dei parchi scientifici di Tainan e HsinchuAnnunciate nell'aprile 2020, nell’ambito di un investimento globale di 200 milioni di euro, queste capacità permetteranno di produrre fino a 5.000 Nm3 all'ora di idrogeno ad altissima purezza. Dopo aver portato a termine con successo questa prima importante tappa, il Gruppo proseguirà la messa in opera delle unità di elettrolisi a Taiwan con le tappe 2-5 del progetto nel corso dei prossimi due anni, per una capacità totale di 25 MW.

Queste unità di produzione permetteranno ad Air Liquide di soddisfare la domanda emergente di idrogeno ad altissima purezza per applicazioni di litografia ultravioletta estrema (EUV) e di far leva su un processo di produzione dell’idrogeno rispettoso dell’ambiente per supportare gli obiettivi ambientali dei principali clienti dell’industria dei semiconduttori a Taiwan.

Il completamento di questo progetto e l'alimentazione delle unità di produzione di idrogeno con energia rinnovabile consentiranno di evitare l'emissione diretta di oltre 35.000 tonnellate di diossido di carbonio (CO2) all'anno, rispetto a un metodo di produzione dell’idrogeno tradizionale.

Questa nuova fonte locale di approvvigionamento di idrogeno a basse emissioni di carbonio permetterà di rafforzare ulteriormente la posizione di leadership di Taiwan nel settore dei semiconduttori. Inoltre, il nuovo impianto di produzione di idrogeno - il terzo gestito da Air Liquide a Taiwan - consentirà anche di promuovere l’idrogeno low-carbon per applicazioni che impiegano celle a combustibile e di sostenere l'emergere di progetti di stoccaggio di idrogeno o mobilità a idrogeno nella regione.

François Abrial, Membro del Comitato Esecutivo incaricato di supervisionare l’area Asia-Pacifico, ha dichiarato: “La lotta contro il cambiamento climatico e a favore della transizione energetica non potrà essere vinta senza trasformare profondamente l’industria e le abitudini di consumo. Questo progetto rappresenta una delle tante iniziative che stiamo mettendo in atto per promuovere un ambiente industriale più sostenibile. Supportiamo i nostri clienti dell’Industria e dell’Elettronica sviluppando soluzioni che aiutano a ridurre l’impronta di carbonio nei loro processi di produzione.”