recupero_solventi_-_voc_recovery

Le nostre soluzioni di recupero dei COV si adattano alle esigenze del cliente

  • Efficacia e flessibilità garantite

    Le tecnologie di riduzione dei COV usate da Air Liquide hanno un’efficacia superiore al 99% senza generare sottoprodotti potenzialmente tossici come le diossine. La criocondensazione e l’adsorbimento a carboni attivi consentono di gestire la variabilità delle portate, delle concentrazioni degli effluenti e dei gruppi funzionali delle molecole dei solventi (COV).
  • Costi operativi ridotti

    L’elevata purezza dei solventi recuperati permette di utilizzarli nuovamente direttamente nei processi, riducendo i costi operativi. In base alla tecnologia di recupero scelta, l’Azoto gassoso può essere riutilizzato, ad esempio nelle applicazioni di inertizzazione.
  • Sicurezza

    Le tecniche di separazione utilizzate mantengono i solventi nel loro stato chimico iniziale, senza generare sottoprodotti potenzialmente tossici. L’impiego dell’Azoto come gas inerte permette di implementare le soluzioni in ambienti con requisiti stringenti.

Bisogno di una consulenza sul recupero dei COV?

Blue background

Soluzioni di recupero COV di AIR LIQUIDE

Air Liquide e i partner Polaris e Donau Carbon Technologies accompagnano il cliente passo dopo passo in ogni fase del progetto: dallo studio di fattibilità al design della soluzione, fino all’installazione, alla messa in servizio e alla manutenzione.

La giusta fornitura di Azoto per ogni tecnologia di recupero

Approvisionnements temporaires

A seconda della tecnologia di recupero scelta, l'Azoto viene fornito in forma liquida o gassosa

⇒ Per valorizzare l'Azoto derivante dal processo di recupero in ambito farmaceutico, Air Liquide propone l’Azoto di grado farmaceutico PHARGALIS™

  • PHARGALIS™ 1, è conforme ai requisiti delle farmacopee e alle Buone Pratiche di Fabbricazione (GMP) e Good Distribution Practises (GDP). I gas PHARGALIS™ sono certificati EXCiPACT™.

⇒ Riducete ulteriormente l’impronta di carbonio dei vostri prodotti con l’Azoto a basso contenuto di carbonio dell’offerta ECO ORIGIN, prodotto a partire da energia rinnovabile.

Air Liquide raccomanda due tecnologie di recupero dei COV

Recovery techniques COV
  • Criocondensazione

Principio: l’Azoto a -196 °C raffredda i vapori di COV, che si condensano istantaneamente, permettendo così il recupero dei composti. Questa tecnologia è idonea ai solventi a bassa temperatura (solventi alogenati o ad alto valore aggiunto). Permette di trattare valori di portata relativamente bassi (fino a 5000 m3/h) e con forti concentrazioni. La tecnologia offre un rendimento superiore al 99 %. 

  • Adsorbimento a carboni attivi

Principio: L'adsorbimento a carboni attivi consiste nel far passare l'effluente gassoso da trattare su un letto di carboni attivi, che trattiene i COV. Quando i carboni sono saturi e hanno perso la loro capacità di adsorbimento, devono essere rigenerati. La rigenerazione termica con Azoto caldo offre un rendimento superiore al 99%. È particolarmente adatta ai solventi ad alto valore aggiunto, specie quelli solubili in acqua (acetoni, eteri, alcol, composti alogenati), e con portate elevate e instabili. 

Un team di esperti a vostra disposizione

experts Air Liquide

I nostri esperti in criogenia vi supporteranno in ogni fase del progetto:

  1. Elaborando studi di fattibilità;
  2. Raccomandando le tecnologie più idonee (con valutazione del rapporto

    tecnologia adottata/costo);
  3. Progettando le soluzioni insieme a primarie società ingegneristiche;
  4. Installando i sistemi di erogazione dell’Azoto più idonei.

Air Liquide offre soluzioni di recupero dei composti organici volatili (COV) da oltre 30 anni. Avete un progetto in corso? Contattateci!

Avete bisogno di una consulenza sul recupero dei COV?

Blue background

Principio della criocondensazione

Cryocondensation principles

Avete domande sul recupero dei COV? Compila il nostro modulo di contatto.

I nostri esperti risponderanno il prima possibile.
Data and privacy

Per saperne di più

Proteggi i tuoi prodotti e i tuoi impianti con l'inertizzazione

Inertizzazione con azoto: perché e come viene utilizzato l'azoto nelle applicazioni di inertizzazione?

Come funziona l'inertizzazione?

Cosa sono i gas inerti?

Quali sono i vantaggi di avere un analizzatore di ossigeno su un impianto di inertizzazione?

Quali sono i rischi connessi all'inertizzazione?

Come scegliere un buon gas di inertizzazione?

Rischi di incendio e di esplosione di gas

Macinazione a temperatura controllata e criomacinazione con Azoto liquido e Diossido di Carbonio Liquido

Macinazione a temperatura controllata, criomacinazione e inertizzazione: il trio vincente per un impianto ad alte prestazioni

Atomizzazione degli ingredienti ricchi di grassi mediante criocristallizzazione

Controllo della temperatura di una reazione chimica - ALASKA

Ottimizza il tuo processo di liofilizzazione con il freddo criogenico

Quali sono i principi della liofilizzazione in ambito farmaceutico?

Coltura cellulare in atmosfera controllata in incubatori, bioreattori e fermentatori

Come vengono utilizzati i gas nel confezionamento dei farmaci?

Quali sono i diversi elementi del confezionamento dei farmaci?

Fare buon uso dei gas nella Ricerca e Sviluppo e nella produzione biofarmaceutica

Azoto (N2)

Che cos'è la farmacopea?

Azoto per uso farmaceutico: caratteristiche e utilizzi

A cosa servono i gas ad uso farmaceutico?

PhargalisTM  , la gamma di gas e servizi dedicata all'industria farmaceutica e biofarmaceutica

Garantisci la conformità alle GMP delle tue apparecchiature e dei tuoi impianti di gas nell’industria farmaceutica

Come si può monitorare la qualità dei gas a uso farmaceutico?

Unità di identificazione dei gas al punto di ricezione

Farmaceutica & Biotech

Produzione e conservazione dei farmaci

Nuove sfide per i gas nella produzione dei farmaci